You are not connected. The newsletter may include some user information, so they may not be displayed correctly.

Newsletter Ottobre 2023

Newsletter Ottobre 2023

 

 

Non arrendiamoci alla logica della distruzione


Ci uniamo al dolore per le vittime di entrambe le parti israeliane e palestinesi con la speranza "che da questo orrore escano generazioni capaci di una convivenza pacifica tra i due popoli" Lea Melandri

Sono giorni e ore e minuti di paura, sgomento, forte preoccupazione. Seguiamo passo passo quanto  sta accadendo, con il pensiero rivolto a tutte le donne, gli uomini e tutti i bambini e bambine sperando che possano avere un posto sicuro dove rifugiarsi. Giorni, ore e minuti terribili. Da ogni parte la si guardi, se si usa la lente dell'umanità, si vedono solo persone. 

Non  arrendiamoci alla logica della distruzione e restiamo umani!


Il cuoco eroe


Viaggia intorno ai 180 il numero di migranti che in questi giorni e in queste ore sta affollando i servizi della Caritas di Ventimiglia, soprattutto mensa e bagni. Ma la situazione √® critica in particolare per ¬ęuomini e minori non accompagnati, che poi sono tutti abbastanza giovani: mancano posti letto, servizi igienici, luoghi dove lavarsi e riposarsi¬Ľ, spiega il responsabile migranti, Maurizio Marmo. All'interno di questa emergenza si registrano storie di straordinaria bont√† e impegno umanitario. Come quella di Alessandro Foretti, ottantenne cuoco in pensione che da anni si dedica come volontario a rifocillare gli ospiti della mensa del centro Caritas di Ventimiglia. Ogni giorno cucina non meno di 200 pasti, con le pentole prepara 12 chili di riso, altrettanti di cous-cous, 6 di pasta al pomodoro e fa bollire circa 200 uova. ¬ęSono nato a Napoli in tempo di guerra, a tre anni sono arrivato a Ventimiglia e da mio pap√† ho imparato l'importanza di fare il volontario racconta e cos√¨ ogni mattina mi alzo presto e vengo qui in modo che tutto sia pronto per le nove quando cominciamo a servire i migranti, tanti di loro mi chiamano pap√† e in questi anni ne ho visti piangere tanti e qualcuno anche morire. Cosa penso di quello che sta facendo ora la Francia? Non mi piace per niente¬Ľ

Leggi tutto l'articolo di Ferruccio Pinotti qui:


Un'iniziativa dei cittadini europei in
difesa dei diritti umani fondamentali


Dal 10 luglio 2023 ha preso il via in tutta Europa la campagna di sottoscrizione della Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) promossa dall'associazione Stop Border Violence. L'ICE √® una sorta di legge di iniziativa popolare a livello europeo, e con essa i cittadini europei possono intervenire dal basso e in via diretta nell'iter legislativo. L'ICE partita ( dopo anni di lavoro) il 10 luglio 2023 si propone di rendere effettivo il principio sancito nell'art. 4 della Carta europea dei diritti fondamentali, che vieta la tortura, la violenza e i trattamenti inumani e degradanti. Principio che vediamo violato ogni giorno nei confronti dei migranti, sia dentro la stessa Europa, che ai suoi confini; mentre, nei paesi terzi che l'Europa paga profumatamente per difendere i suoi privilegi, continuiamo ad assistere a violenze, stupri, deportazioni, respingimenti e ogni sorta di abuso.¬†E' un orrore che promette di aggravarsi sempre pi√Ļ negli anni a venire; per fermarlo servono circa 60.000 firme in Italia e 1.000.000 di firme in tutta Europa. Abbiamo un anno di tempo, anno nel quale possiamo provare a tornare umani ed √® importante esserci tutti, provarci tutti insieme.

 

Per firmare e approfondire:

 


"10 anni alla deriva", giornata
commemorativa al Senato


Il 3 ottobre scorso, in occasione del decennale della strage di migranti al largo di Lampedusa si è tenuto un interessantissimo incontro al Senato organizzato dalla rivista Altraeconomia e dall'associazione Rivolti ai Balcani a cui ha partecipato in rappresentanza di Recosol Marisa Varvello, assessora di Chiusano d'Asti e membro del coordinamento nazionale di Recosol.

 

Tutti i preziosissimi contributi sono stati registrati ed è possibile riascoltarli qui:

 


A Gioiosa Ionica inaugurata la mostra "Immaginiamoci"


Grande emozione per IMMAGINIAMOCI, la mostra organizzata dai  SAI di Gioiosa Ionica e Cinquefrondi sui racconti per immagini degli ospiti dei progetti. Realizzata nell'ambito di due laboratori in cui attraverso le foto fornite dai partecipanti è stato possibile ricostruire il percorso, la vita, i desideri e le aspirazioni di ognuno, la mostra è stata soprattutto un momento di grande impatto emotivo per gli autori, nuovi cittadini di origini diverse ma accomunati da un forte desiderio di riscatto e di serenità. La mostra sarà itinerante e a disposizione su richiesta a : segreteria.recosol@gmail.com

Per saperne di pi√Ļ:

 


S.A.I.: Siamo Assurdamente Inutili


Il racconto di Giovanni Maiolo, vice presidente di Recosol e operatore dell'accoglienza in progetti SAI da

16 anni. Il gesto dell'accoglienza, con tutto il suo peso politico ma anche il suo bisogno di reciprocità non viene svuotato di senso soltanto dalle aggressioni del razzismo istituzionale esplicito. C'è anche l'ossessione di rendere tutto organizzato, amministrato, rendicontato, trasformato in numero. Cronaca di una giornata tra i deliri della burocrazia e l'incontro imprevisto con un gruppo di donne, uomini e bambini appena sbarcati a Roccella Jonica. Una riflessione importante per noi tutti.

 

Leggi la testimonianza qui:

 


Al via la 2a edizione del Rosarno Film Festival Fuori dal ghetto


La 2^ Edizione del Rosarno Film Festival si svolgerà  dal 26 al 29 ottobre 2023

L'evento è promosso da Mediterranean Hope, programma migranti della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e dalla Rete Comunità Solidali e da SOS Rosarno

Hanno aderito: RiVolti ai Balcani -Ass Coopisa Cooperazione in sanità (Reggio Calabria), Ass. Culturale Terra dei Morgeti (San Giorgio Morgeto), Ass. Santa Barbara (San Ferdinando). Equo Sud (Reggio Calabria), La Coperta della Memoria Piana di Gioia Tauro, Faro Fabbrica dei Saperi (Rosarno), Fondazione Valarioti (Rosarno), Coop Sankara (Gioiosa Ionica), Autogestione in movimento Fuorimercato (Milano) Acmos e Cascina Arzilla (Torino) - ResQ People Saving People, Comune Info, Confronti, Volere la Luna, Pressenza stampa Internazionale.

Programma, info qui:

 


A Riace è finito un incubo


Un Paese intero, Riace, per anni √® stato messo alla gogna, 17 imputanti a partire dall'ex sindaco Lucano processati con accuse pesantissime. Ora giustizia √® ¬†stata finalmente ¬†fatta ed √® una giustizia rivolta soprattutto a quel modello di accoglienza studiato ed invidiato in tutto il mondo - che vede piccoli numeri di persone accolte in piccoli centri di cui Riace √® stato l'esempio pi√Ļ noto. Un modello che funziona, dove al primo posto c'√® l'umanit√† e il riconoscimento dei singoli e dei loro diritti. Un verdetto importante che arriva ¬†proprio mentre¬† il governo ridimensiona il sistema di accoglienza dei Comuni a favore del sistema emergenziale dei centri di prima accoglienza, con grandi concentramenti di persone segregate, rendendo tutto inumano, dove √® difficile fornire persino ¬†servizi essenziali.

 

Leggi anche:


Promoviamo la solidarietà!


La  nostra Comunità è composta da amministratori, cittadini, associazioni che svolgono buone pratiche e mettono al primo posto il rispetto dei diritti umani e dell'ambiente.

Per condividere storie, esperienze ed iniziative scrivere a :

segreteria.recosol@gmail.com
Se vuoi sostenere la nostra associazione : 

Associazione Rete Comunità Solidali -

C/C Banca Etica Iban:  IT49G0501801000000011795150  

5x1000 : 94048430014 a Recosol 

La sede legale è in via Savonarola 2 Carmagnola (TO) - 10022. La sede Amministrativa a Gioiosa Ionica (Rc) è in Viale delle Rimembranze n. 160 - 89042.